NEWS Scheda

19-01-2024

Ticket d'ingresso a Venezia: quando richiesto e come funziona

[]

Il ticket di ingresso a Venezia è diventato realtà: il Comune di Venezia ha avviato le operazioni sul “contributo di accesso” pari 5 euro per gli ingressi giornalieri (visitatori sopra i 14 anni). È infatti già attivo il portale per le procedure di pagamento o sola prenotazione, a seconda dei casi di seguito illustrati. 

Il portale è:

https://cda.ve.it./it/

 

Bisognerà sempre pagare per entrare a Venezia?

La prima cosa su cui fare chiarezza è questa: al momento non bisognerà pagare o prenotare per accedere a Venezia sempre, ma solo in quelle giornate che vengono ritenute a rischio affluenza record. Ricordiamo che l’applicazione del contributo svolge, infatti, funzione di regolazione dei flussi turistici e il suo gettito è destinato a finanziare interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché dei relativi servizi pubblici locali. Inoltre, per l’anno 2024, in via sperimentale, non è prevista la prenotazione né il pagamento del contributo d’accesso per chi si reca in una delle isole minori della laguna ma solamente per coloro che visitano la Città antica.

 

A partire da questa primavera e per tutto il 2024, quindi, la prenotazione e il pagamento del contributo di accesso saranno richiesti, dalle ore 8.30 alle ore 16.00, nelle seguenti giornate:

 

- 25, 26, 27, 28, 29, 30 aprile

- 1, 2, 3, 4, 5, 11, 12, 18, 19, 25, 26 maggio

- 8, 9, 15, 16, 22, 23, 29, 30 giugno

- 6, 7, 13, 14 luglio


Per la visita in giornata a Venezia, nei suddetti giorni in cui la sperimentazione è attiva, sono esenti dal pagamento del contributo di accesso, ma dovranno prenotarsi obbligatoriamente tramite il portale per ricevere la propria esenzione, le previste 28 categorie, tra cui:

 

- i turisti soggiornanti in strutture site nel Comune di Venezia;

- studenti e residenti temporanei;

- residenti in Veneto;

- le persone con disabilità certificata e un accompagnatore;

- chi ha necessità di visite o terapie mediche;

- gli accompagnatori o visitatori di degenti in ospedale o ospitati presso una struttura socio-sanitaria;

- gli atleti per eventi sportivi CONI in Città antica;

- persone convocate per ragioni di giustizia presso uffici pubblici situati nella Città antica;

- i locatari, i coniugi, i parenti fino al terzo grado e le persone in visita a residenti nella Città antica.

 

Si veda l’elenco completo all’art. 5 del regolamento allegato.

 

Residenti in Veneto: come funziona l’esenzione?

L’operazione di esenzione contempla la selezione dei giorni non cumulativamente ma uno alla volta. Dopo essere entrati nel portale https://cda.ve.it./it/ , si viene guidati su varie possibilità di scelta, come, ad esempio, cittadino residente in Veneto, partecipazione a una manifestazione sportiva, etc.. Se si sceglie la prima opzione, quella riservata ai residenti in Veneto, occorre poi:

 

a) scegliere il giorno della visita dal calendario che appare (ad es. il 25 aprile 2024);

b) inserire i dati personali: nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza, e-mail;

c) prima di dare l’ok e passare alla schermata successiva è necessario leggere l’informativa sulla privacy ed accettarne i termini;

d) cliccare “Avanti” e, se del caso, aggiungere gli eventuali intestatari aggiuntivi, quindi cliccare nuovamente “Avanti”;

e) alla voce “Dati di contatto” va inserito il numero di telefono: è il numero dal quale, alla conferma, bisogna telefonare entro 60 secondi al numero indicato nel portale - non risponde nessuno ma la chiamata permette di generare il Qr code;

f) è possibile scegliere di scaricare direttamente il codice o di riceverlo via e-mail;

g) scegliendo la seconda opzione, riceveremo, quasi in tempo reale, il link per scaricare o annullare il nostro codice;

h) in poco più di un paio di minuti abbiamo salvato nel telefonino – o stampato – il codice per poter entrare a Venezia. Accanto al Qr code appaiono le iniziali del nome.

 

Se non prenoto l’ingresso e/o non pago il contributo di accesso cosa succede?

Senz’altro questa è una delle domande più frequenti, tanto che alla fine dell’allegato “FAQ” viene fornita la seguente risposta:

"L'Amministrazione comunale può utilizzare gli strumenti previsti dalla normativa per il recupero dell'evasione ed elusione ed in particolare effettuare verifiche, ispezioni e sopralluoghi mediante personale a ciò autorizzato nei principali punti di accesso della Città.
La sanzione amministrativa va da 50 a 300 euro (+10 euro del contributo di accesso
)
".


In allegato il regolamento per l’ingresso approvato dal Comune di Venezia e il documento FAQ, con le domande più frequenti.

[pdf] Scarica l'allegato[pdf] Scarica l'allegato